Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

2010 – Uk

Di cosa parliamo

Gordon Brown dovrebbe parlare tra pochi minuti davanti al numero 10 di Downing Street. Se le proiezioni che girano in queste ore sono corrette, per avere una maggioranza a Brown non basterebbe nemmeno allearsi con libdem e nazionalisti scozzesi. Servirebbero altri uno o due seggi: si possono trovare, ma sarà durissima. E i libdem hanno […]

In sintesi

Cameron sarà primo ministro, ma sarà una cosa lunga e dolorosa – per tutti.

Dieci minuti

Il liveblogging sui risultati delle elezioni britanniche è qui.

Io voto Campbell

Marco Simoni in questi giorni è particolarmente in vena. Oggi racconta di quel gigante che è Alastair Campbell. Dopo anni di ingiurie e di processi, Alaistair Campbell è stato assolto e prosciolto da ogni accusa. Ma non ha vomitato rancore e organizzato complotti: si è tuffato anima e corpo nella campagna elettorale. Odia Brown? Probabile. […]

Best case scenario

Nessun pronostico in vista di domani – è davvero un’impresa proibitiva – e neanche endorsement. Solo un auspicio, quasi un sogno: maggioranza dei seggi al Labour (non è impossibile: basta non perdere troppo male), coalizione con i liberaldemocratici, David Miliband primo ministro.

At last

Ho scritto sul Post un mega-bignami – si potrà dire, “mega-bignami”? – sulle elezioni britanniche di domani. Mettiamo che vi siate svegliati adesso, lì c’è tutto quello che dovete sapere (non tutto, ovviamente: va bene che è mega, ma sempre di bignami si tratta).