Francesco CostaWhen in trouble, go big

Francesco Costa

When in trouble, go big

BLOG

Una notizia grossa, tra le solite montagne russe (40/50)

Copia link

28/10/2017

cc_2Ciao da San Francisco, California. Qui è ancora la notte tra venerdì e sabato, una volta cliccato “invio” andrò a dormire e passerò la giornata successiva sulla via del ritorno in Italia. Ho trovato e incontrato molte storie e persone interessanti questa settimana, durante un giro a tappe serrate che mi ha portato da San Francisco giù fino a Tijuana, in Messico, e poi di nuovo a San Francisco.

Vi racconterò questo viaggio con la puntata del podcast di sabato prossimo, ma intanto la politica statunitense ha vissuto un’altra settimana da montagne russe: sono successe tantissime cose che in un altro momento della storia americana avrebbero occupato le prime pagine per giorni, e che in quest’era avvengono a distanza di ore una dall’altra. Una di queste grosse notizie è arrivata quando qui era venerdì sera, e in Italia era notte: se non fossi stato in California, insomma, sarebbe stata la classica notizia che arriva quando la newsletter è pronta e mi costringe a tornare a lavorare.

Ora, come sapete questa cosa mi è capitata molto spesso in questi due anni, e il video che trovate qui sotto – ideato e girato da Odd Birds – descrive bene cosa è diventata a un certo punto la mia vita. Ok, il video esagera, ma neanche tantissimo. Guardatelo e poi seguite Odd Birds! Qui su Instagram e qui su Facebook.

Prima di passare alle notizie, un appuntamento: lunedì 30 ottobre alle ore 20.30 se volete ci vediamo a Carugate, in provincia di Milano, per parlare di questo primo anno di presidenza Trump. Ora cominciamo.

Arriva il primo arresto nell’inchiesta sulla Russia
Non è ufficiale ma secondo diverse testate americane di solito affidabili e informate, il procuratore speciale Robert Mueller ha depositato le prime accuse formali contro persone coinvolte nella sua indagine, che riguarda l’interferenza della Russia nella scorsa campagna elettorale, la presunta collaborazione del comitato elettorale di Donald Trump con la Russia e il presunto tentativo di Donald Trump di ostacolare la giustizia. Una prima persona – non si sa chi e per cosa – potrebbe essere arrestata la settimana prossima, forse già lunedì. Bùm.

(per continuare a leggere, iscriviti alla newsletter)

Link copiato negli appunti