Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Il terzo portiere più forte del mondo

A un certo punto lo definì così Luciano Spalletti, cercando di spiegare alla stampa chi fosse quel portiere che in tre stagioni alla Roma non aveva giocato nemmeno una partita: non intendeva che al mondo ci fossero solo due portieri più forti di lui, ma che fosse il più bravo fra i portieri che non giocano mai, il terzo di ogni squadra. Julio Sergio oggi ha rescisso oggi il suo contratto con la Roma: resterà nella sua storia come uno di passaggio, ma come uno dei più speciali tra quelli di passaggio. Non giocò mai per le prime tre stagioni, poi finì in campo quasi per caso e dimostrò di essere fortissimo: diventò titolare subito e giocò da titolare solo quella stagione, solo una stagione, parò un rigore decisivo in un derby e quella Roma per un nulla non vinse lo Scudetto. All’inizio della stagione successiva, poi, avvenne quello per cui i tifosi lo ricorderanno eternamente e con affetto: il 20 settembre 2010, durante una partita di campionato si infortunò gravemente alla caviglia a pochi minuti dalla fine, quando la squadra aveva finito i cambi. Decise di restare in campo urlando e piangendo. Poi la Roma cambiò allenatore, lui finì in panchina, sostanzialmente sparì.