Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

I giochini “Voisietequi” sono, appunto, dei giochini

Se voi siete – per esempio – favorevoli all’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, dell’indulto e della legge sul falso in bilancio, e domani Jack lo Squartatore tenendo in mano la testa mozzata di un bambino si candidasse alle elezioni dicendo di essere favorevole all’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, dell’indulto e della legge sul falso in bilancio, siti Internet come Voi Siete Qui o Bussola Politica direbbero che, in base alle vostre posizioni, Jack lo Squartatore è il vostro politico ideale, quello che pensa esattamente le cose che pensate voi (fantastico!). E magari aggiungerebbero che siete invece affini al 66 per cento con Jack Torrance, che brandendo un’ascia insanguinata si dice d’accordo con la legge sul falso in bilancio e l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, ma non con l’indulto.

Questo paradosso spiega bene perché i siti di cui sopra sono sicuramente dei giochini divertenti, ma poco utili per chiarirsi le idee riguardo alle proprie preferenze elettorali: perché non tengono conto di altri fattori che incidono – intrecciandosi – in modo fondamentale nella scelta su chi votare, in molti casi molto di più delle posizioni politiche sui temi puntuali (che si cambiano anche con una certa rapidità, come sappiamo). Le storie delle persone, per esempio. La loro credibilità, la loro competenza, la fiducia che ispirano, i collaboratori di cui si circondano, il loro aver mantenuto precedenti impegni e promesse. La forza dei singoli partiti, i metodi con cui hanno scelto candidati e programmi, le possibilità che hanno di realizzare quello che promettono. Sono un sacco di criteri diversi – ognuno decide quali per lui contano di più – e sono anche, tutti insieme, la ragione per cui decidere chi votare non è semplicemente un calcolo matematico.