Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Malattie mortali (cit.)

Ultimamente, avrete notato, ho meno tempo che mai per scrivere da queste parti, ma mi sembrava valesse la pena segnalare il livello allarmante raggiunto da un fenomeno di cui qui si era parlato parecchio, già a settembre e poi di nuovo e meglio a novembre: la tendenza intollerante di un pezzo della sinistra italiana di ergersi a unica sinistra italiana possibile, liquidando come “di destra”, spesso senza nemmeno discuterle e con rara violenza verbale, le idee di persone appartenenti a pieno titolo alla sinistra italiana ma colpevoli di avere idee più liberali e meno tradizionali delle proprie. Come se la sinistra tout court non fosse compatibile col liberalismo e come se persino la loro sinistra, scremata dalla demagogia paracula e dalla retorica muscolare, non avesse già oggi e da tempo significative commistioni liberali. È una regressione culturale incendiaria e pericolosa.