Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Il rito del corteo romano

Per dire, a margine di quanto scritto prima: una delle molte cose che gli organizzatori della manifestazione potevano fare per evitare il disastro era puntare sulla partecipata e duratura occupazione di un luogo pubblico – come è stato fatto ovunque nel mondo, da Puerta del Sol a Zuccotti Park – invece che su un corteo come mille altri. Non bisogna essere poi così scafati per sapere che un corteo è il contesto ideale per i violenti che vogliono devastare le strade e scontrarsi con la polizia facendosi scudo dei manifestanti inermi e pacifici. Forse è il caso di parlare anche del perché in Italia persino un cosiddetto movimento innovativo, spontaneo e nato dal basso non riesce a produrre niente di più che il concentramento alle 14 a piazza della Repubblica con corteo e comizio finale a piazza San Giovanni.