Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

It’s the economy, stupid

Una considerazione a margine dell’uccisione di Osama bin Laden, visto che delle elezioni presidenziali del 2012 abbiamo parlato e parleremo a lungo su questo blog. Sono abbastanza sicuro che la morte di bin Laden conterà qualcosa tra pochissimo e niente, alle prossime elezioni. Perché si vota tra un anno e mezzo. Perché la morte di Osama bin Laden è qualcosa di cui Obama può prendersi il merito fino a un certo punto. Perché Obama in questi due anni non ha mai avuto bisogno di copertura politica sul fronte della politica estera e della sicurezza nazionale, tantomeno a destra: semmai potrebbe dover fare qualche sforzo a sinistra. E soprattutto perché mai come nel 2012 sarà valido quanto disse James Carville nel 1992 a proposito della lotta tra Clinton e Bush: conta lo stato dell’economia americana e quasi solo quello. Poi certo, tutte queste feste di certo non fanno male a Obama. Ma peseranno poco.