Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Le bombe sulle bombe

Con la decisione del governo di partecipare attivamente all’azione militare, la polemica politica ha travolto definitivamente la partecipazione italiana alla guerra in Libia. Quindi da qualche giorno si sentono cose dell’altro mondo da parte di ministri, parlamentari, giornalisti e leader di partito: ognuno a fingersi esperto di diritto internazionale o di guerre o di operazioni umanitarie, con l’unico scopo di fare un dispettuccio ai propri avversari – e peccato se stavolta ci sia in ballo qualcosa di più serio della prescrizione breve o delle nomine alla RAI. Il blog Nonunacosaseria ha meritoriamente raccolto e smontato un po’ delle cose dette in questi giorni da Grillo, Sallusti, Vendola, Maroni e Di Pietro.