Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Cos’ha in testa Huntsman

Michael Scherher su Time e McKay Coppins su Daily Beast spiegano quali sono le ragioni per cui Jon Huntsman, dimissionario ambasciatore statunitense in Cina ed ex governatore dello Utah, sta pensando seriamente a candidarsi alle primarie repubblicane per le presidenziali del 2012. È la scommessa sull’apertura di nuovo ciclo politico americano, che abbandoni i toni alti ed estremi degli ultimi tre cicli elettorali, ed è anche la scommessa su una campagna elettorale centrata quasi esclusivamente sull’economia, abbastanza da mettere in secondo piano le ragioni per Huntsman sarebbe sgradito alla base dell’elettorato repubblicano. Gli articoli non lo dicono, ma secondo me è anche la scommessa – vinta, per ora – sull’assenza anche di un solo candidato repubblicano che non sia un novellino o un riciclato del 2008.