Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Una speranza

Avevo letto qualcosina, della scomparsa di Sarah Scazzi, eppure un particolare mi era sfuggito. Ne avevo sentito parlare molto al telegiornale, e sono certo che non lo hanno detto. Stefano Nazzi racconta oggi che la ragazza scomparsa a Taranto “ricordava con noia infinita le lunghissime riunioni dei Testimoni di Geova a cui la mamma la portava”. Ora, è vero che il mondo è pieno di ragazzine che dicono di voler scappare di casa e farsi una nuova vita da un’altra parte. Ma voi non sapete com’è la vita dei figli dei Testimoni di Geova, e questo dettaglio mi sembra dia tutt’altra solidità all’ipotesi della fuga. Bisognerebbe parlarne, dei Testimoni di Geova: chi è curioso può cominciare scorrendo l’archivio di questo blog. Speriamo che vada a finire bene: che questa ragazzina sia al sicuro, e libera.