Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Il Secolo XIX nel secolo XXI

Oggi esce il primo numero del nuovo corso del Secolo XIX, uno dei quotidiani più longevi d’Italia, che ha affrontato una significativa ristrutturazione editoriale, oltre a un restyling grafico. Si è detto più volte che i quotidiani a forte caratterizzazione locale sono, in questa fase, meno minacciati rispetto agli altri dalla crisi delle vendite e dalla contrazione del mercato pubblicitario. L’operazione del Secolo XIX mi sembra vada in una direzione ben precisa: rendere più incisivi e peculiari i tratti efficaci dei quotidiani locali – la cronaca, lo sport, le informazioni utili, le inchieste – anche a costo di rinunciare a qualcosa nei settori tradizionalmente coperti meglio dalla stampa nazionale. Naturalmente consapevoli che l’attuale posizione di vantaggio è tutto meno che scontata, che la rete ha moltissime cose da dire anche nel segmento dell’informazione locale e che serve quindi muoversi con lungimiranza e coraggio. Al Secolo quantomeno ci provano e oggi affidano un corsivo nelle pagine dello sport a Mauro Zucconi, alias Chinaski (ovviamente si parla di Juventus: online non l’ho trovato, magari più tardi lo pubblica lo stesso Chinaski).