Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Dalla parte dei deboli

Vorrei che più persone, nel Partito Democratico, pensassero e dicessero le cose che oggi scrive Marta Meo.

Sono contenta di questa notizia e voglio darne maggiore risalto.
Per Almas Mahmood che è riuscita a sfuggire al matrimonio combinato e, purtroppo, per Xaana e Hina che non ce l’hanno fatta.
E per noi che dovremmo smettere di fermare la nostra idea di libertà sulla soglia delle tradizioni nostre ed altrui e delle comunità che vivono nel nostro paese. Nella mia regione, il Veneto, ci sono 4600 donne che hanno subito mutilazioni sessuali, ne avevo già scritto qui. Oggi vedo che da pochi giorni la Regione Veneto ha varato un piano di contrasto contro la pratica dell’infibulazione. E per fortuna (non importa se è di centrodestra, non sappiamo se basterà) che qualche d’uno ha cominciato ad occuparsene.
Perché la nostra civiltà oggi si misura anche attraverso la libertà che riusciamo a garantire alle giovani e ai giovani nuovi italiani.