Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

La fabbrica degli idoli

Qualche tempo fa era stato Giuliano Ferrara, a mettere chiaramente per iscritto tutti i motivi per cui il culto di Enrico Berlinguer e della questione morale aveva passato il segno. Ma era Giuliano Ferrara – lavora per papi! spia della Cia! eccetera – e quindi in pochi gli diedero ascolto. Oggi Vittorio Zambardino – giornalista di Repubblica, iscritto e militante del Pci di Berlinguer – scrive un articolo che condivido dalla prima all’ultima sillaba, su come si stia esagerando col revival berlingueriano e su come la sua leadership non sarebbe da prendere modello o a simbolo di una sinistra laica, forte e autonoma. Ma si sa, a sinistra siamo maestri nella creazione di feticci: basta che la loro faccia venga bene sulle magliette e che abbiano fatto qualcosa di poetico e simbolico (nel caso di Berlinguer, morire in quel modo). Di tutto il resto, chi se ne frega.

Condividi questo post:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email
Share on LinkedIn
Linkedin