Eterogenesi degli spot

Vi ricordate lo spot orribile del Pd postato qualche giorno fa, quello troppo brutto per essere vero con Franceschini che parla su uno sfondo verde? Avevo scritto:

Quel verde è lo stesso colore che utilizzano nei film, quando devono creare lo sfondo al computer. Secondo me se lo sono dimenticato: volevano farlo apparire in qualche luogo immaginario.

La tecnica in questione si chiama chroma key, ed è quella con cui si realizzano buona parte degli effetti speciali che vediamo a cinema o in tv. Stefano mi fa notare che qualcuno sta iniziando a usare quel verdino, trasportando il buon Franceschini negli scenari più surreali: dai film di Nanni Moretti ai collegamenti con Paolini. Non so se questo era il vero obiettivo di quelli del Pd. Se sì, potevano pensarci prima e inventarsi un lancio meno sputtanante, ma complimenti comunque per l’inventiva e l’autoironia.

update: Ecco qua.