Esercizio abusivo

Ogni tanto qualcuno – spesso qualcuno dei miei amici di Catania – mi chiede affettuosamente perché non potevo fare il giornalista restando a vivere in Sicilia. Cominciamo da qui.

L’Ordine dei giornalisti siciliano non riconosce questa qualifica [quella di giornalista, ndr] a Pino Maniaci di Telejato, uno dei giornalisti più minacciati dai mafiosi: gli ha chiesto anzi i danni per “esercizio abusivo” della professione. Non è la prima volta che l’Ordine siciliano, che non ha mai represso i casi di collusioni mafiose nell’informazione, si pone molto lontano dal buon senso. Ma è solo questione di superficialità, o c’è dell’altro? La Sicilia è il luogo dove sono morti ammazzati più giornalisti liberi, ma anche quello dove il giornalismo ufficiale è completamente agli ordini di pochissime persone.