Palude

Il punto della situazione sulle candidature è questo. Nel collegio Nord-Ovest è tutto abbastanza definito: il capolista sarà Cofferati e le segreterie regionali hanno fatto i loro nomi alla segreteria nazionale, dei quali si è già letto ampiamente in giro. Nel collegio Nord-Est sono in gioco due cose, tra loro collegate: il posto da capolista e la candidatura Zanonato. Nei giorni scorsi sembrava che Zanonato – attuale sindaco di Padova in cerca di rielezione – avesse fatto un passo indietro, dato che il regolamento del Pd impedisce espressamente le candidature dei sindaci in carica (specie se i sindaci in carica vogliono continuare a fare i sindaci); ora Zanonato pretende ancora una candidatura e il Pd veneto spinge perché sia addirittura capolista. Zanonato si inserisce così in competizione con Vittorio Prodi, sostenuto dall’Emilia Romagna. In mezzo a questi due qualcuno parla persino della possibilità che sia la stessa Serracchiani a fare da capolista, imposta dalla segreteria nazionale per riequilibrare i calcoli tra Ds e Margherita dopo la rinuncia odierna di Bettini. Venendo al Centro, quindi, la rinuncia di Bettini spalanca le porte alla più classica ed estemporanea delle candidature per le europee, cioè quella di David Sassoli, giornalista e conduttore del Tg1 – Silvia Costa però è ancora in corsa. Al Sud De Castro e D’Antoni sono riusciti a sfilarsi entrambi dalla partita per fare il capolista. Oggi quel posto è reclamato dall’uscente Lavarra, ma senza grandi speranze: di fatto si cerca ancora un grande nome e se pensate che l’hanno chiesto a Franco Marini (!) capite facilmente a che punto siamo. Sempre nella circoscrizione Sud sono saltate fuori anche le candidature di Cinzia De Marzo, già attivista di Primarie sempre e persona particolarmente competente in materia di cose europee e Rosaria Capacchione, la giornalista del Mattino più volte nel mirino della camorra. Si attende ancora una risposta da Roberto Saviano, che se accettasse scioglierebbe ogni dubbio riguardo il capolista: per adesso però è più un sogno che altro. Nelle Isole salgono le quotazioni di Rita Borsellino, che dovrebbe essere la capolista al posto di Enzo Bianco.