La maggioranza silenziosa

Mi era sfuggito che la mezza rivoluzione moldava è la prima organizzata su quel magnifico aggeggio che ancora non riesco ben ad inquadrare, twitter, ma comunque per capire in poche parole perché in Moldavia la gente inizia a essere parecchio indispettita può essere d’aiuto riportare quanto ascoltato ieri mattina da una gentilissima signora delle pulizie moldava, che pur non tornando in Moldavia da due anni, alle ultime elezioni risulta di aver miracolosamente messo una x sulla scheda elettorale, e di aver votato ovviamente per il Partito comunista.

(hat tip: Cerazade)