Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Una settimana incredibile (12/50)

cc_2

In un’altra settimana, la notizia dell’incontro organizzato negli Emirati Arabi Uniti da uno dei principali finanziatori di Trump e l’intelligence russa sarebbe stata la notizia di apertura di questa puntata del podcast; poi però è successo che il capo della commissione della Camera che indaga su Trump e la Russia si sia dovuto distaccare dall’indagine, perché sorpreso a cercare di aiutare lo stesso Trump, notizia ancora più importante; ed è successo anche che il più importante e influente consigliere di Trump, Steve Bannon, sia stato rimosso dal National Security Council. Sembrava che fosse finita qui ma poi i Repubblicani hanno cambiato per sempre le regole del Senato allo scopo di ratificare la nomina del giudice Neil Gorsuch alla Corte Suprema; e poi, venerdì, per la prima volta gli Stati Uniti hanno attaccato direttamente il regime siriano di Bashar al Assad.

È stata, insomma, una settimana incredibile, ricchissima di notizie ed eventi che ci hanno fatto capire molto di questa amministrazione: ho cercato di raccontarla in questa nuova puntata del podcast, che come potete immaginare è stata scritta, registrata, montata e poi ri-scritta, ri-registrata e ri-montata, e che potete ascoltare cliccando Play qui sotto. Sul sito di Piano P – che produce i podcast di “Da Costa a Costa” – trovate le traduzioni testuali in italiano delle parti in inglese. Se avete un iPhone, per ascoltarla cercate “Da Costa a Costa” nell’app “Podcast”; altrimenti cliccate play qui sotto per ascoltarla su Spreaker. Se volete, dopo aver ascoltato la puntata lasciate una recensione su iTunes e parlatene sui social network o a chi pensate possa essere interessato a queste storie come voi.

Ascolta “S2E6. La Siria, Bannon, la Russia: una settimana incredibile alla Casa Bianca” su Spreaker.

Hai ricevuto questo podcast gratis, come la newsletter che riceverai la settimana prossima, ma realizzarli non è gratis: servono aerei, macchine, camere d’albergo, attrezzature, telefonate, connessioni internet, abbonamenti a servizi e giornali, e serve soprattutto tempo e lavoro. Dopo un anno e mezzo a seguire la campagna elettorale, “Da Costa a Costa” è ripartito il 21 gennaio e andrà avanti per tutto il 2017: ogni sabato si alterneranno una puntata della newsletter e una puntata del podcast, e vorrei tornare di nuovo negli Stati Uniti nei prossimi mesi, per raccontarvi un altro pezzo di America, per cercare di capire come sta cambiando e perché ha scelto Donald Trump come suo presidente.

Se non lo avete già fatto – e diverse centinaia di voi lo hanno già fatto: gli americani direbbero God bless you – vi chiedo quindi di valutare la possibilità di fare una donazione ricorrente da pochi euro al mese per pagare le spese di questo progetto e il mio lavoro. Due euro al mese vanno benissimo (sono meno di 20 euro per tutto il 2017) ma se vorrete essere più generosi non ve lo impedirò, così come se vorrete fare una donazione una tantum. Più fondi raccoglierò, più viaggi potrò fare negli Stati Uniti, più posti potrò visitare e più cose potrò raccontarvi come ho fatto fin qui. Se vi interessa, qui trovate le istruzioni per fare una donazione in completa sicurezza, usando la vostra carta di credito o il vostro conto Paypal. Grazie, come sempre. Ciao!

Per ricevere le prossime newsletter, ogni sabato fino alla fine dell’anno, clicca qui.