Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Chi comanda alla Casa Bianca (4/50)

cc_2

Sono passate tre settimane da quando è ripartito “Da Costa a Costa” e devo dirvi grazie: la prima puntata del podcast è stata la più scaricata e ascoltata di sempre, le due newsletter sono state tra le più lette fin qui. Soprattutto devo dirvi grazie per come avete risposto alla mia richiesta di sostegno economico per questo lavoro, che faccio nel tempo libero e diffondo gratuitamente: anche grazie alle vostre donazioni, per esempio, ora è sicuro che andrò a visitare il Michigan dal 3 al 12 marzo, per raccontarvi il posto che probabilmente più di tutti gli altri ha deciso l’esito delle elezioni presidenziali del 2016. Vorrei fare degli altri viaggi nel corso del 2017, sempre allo scopo di raccontarvi dei luoghi in qualche modo significativi per capire l’America di Trump, e ogni donazione in più li rende più facili da realizzare: se volete dare una mano, trovate qui le istruzioni.

Nel podcast che potete ascoltare qui sotto parliamo anche del Michigan, e iniziamo a cercare di capire perché le persone che ci vivono hanno votato in maggioranza per Trump, dopo aver votato in maggioranza per Obama sia nel 2008 che nel 2012. Ma soprattutto parliamo di chi comanda alla Casa Bianca e nel governo Trump. Siamo abituati a pensare che la persona più potente degli Stati Uniti, dopo il presidente, sia il vicepresidente, ma non è così. Le prime tre settimane di amministrazione Trump ci hanno fatto capire chi sono le persone più potenti e influenti alla Casa Bianca, e come il loro rapporto può plasmare le politiche di Donald Trump. Inoltre, questa settimana sono state ratificate le nomine di due controversi e importanti membri del governo Trump; i Democratici hanno trovato – grazie ai Repubblicani – la vera leader politica dell’opposizione a Trump; un tribunale federale ha confermato la sospensione del contestato “muslim ban”, l’ordine esecutivo della Casa Bianca sull’immigrazione, che ora andrà probabilmente alla Corte Suprema.

Si ascolta cliccando Play qui sotto, su Spreaker; se avete un iPhone, cercatelo nell’app “Podcast”. Se volete, dopo averlo ascoltato, lasciate una recensione su iTunes.

Ascolta Da Costa a Costa” su Spreaker.

Ci sentiamo sabato prossimo, con “Da Costa a Costa” in versione newsletter. Per iscriverti alla newsletter, clicca qui. Ciao!