Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Guida alla sopravvivenza ai regali di Natale

Ormai è un piccolo rito di questo blog, quindi proseguiamolo.

Le regole per superare indenni la stagione dei regali di Natale sono le solite tre. La prima è pensarci adesso, subito, proprio in questo momento. La seconda è farlo adesso, subito, dal divano: comprare online permette di evitare le code, risparmiare tempo e farvi spedire i regali dove volete (opzione utile soprattutto per chi a Natale raggiunge parenti e amici da qualche parte). La terza è farvi venire qualche idea, di seguito ne trovate alcune.

1. 36 Hours
È un bel librone ed è in italiano, nonostante il titolo: mette insieme le apprezzate guide turistiche del New York Times per chi vuole passare un singolo weekend in una città europea. È un classico coffee-table-book, ma è anche interessante da leggere e prima o poi vi torna utile. E ha un costo ragionevole, per essere un coffee-table-book.

2. Netatmo
Questo termostato è una mia piccola ossessione, ne ho già scritto. Si collega alla rete internet di casa, lo manovrate via app dovunque siate, produce una gran quantità di dati sull’utilizzo del riscaldamento domestico e in ultima istanza questa maggiore efficienza significa un risparmio di denaro.

3. New Yorker
Con meno di 100 euro l’anno vi assicurate 47 numeri del New Yorker, cioè una gran quantità di reportage, illustrazioni, articoli e racconti di qualità formidabile. Per la mia esperienza di abbonato italiano, le spedizioni vanno sempre lisce come l’olio: arriva puntuale e mai un numero perso.

4. La tazza di Breaking Bad
Nient’altro da aggiungere.

5. Fitbit Surge
È uno di quei bracciali che fanno tutto – i cosiddetti wearables – e vanno fortissimo quest’anno, e costa molto meno dell’Apple Watch. È utile soprattutto se fate sport e in generale se avete un debole per il self-tracking (quanto ho camminato oggi? il picco del battito cardiaco? etc). Argomento di conversazione post-scartamento del regalo: è l’orologio di Barack Obama, mica poco.

obama-fitbit

6. Non si può tornare indietro
È un libro uscito poche settimane fa per Marsilio che raccoglie il meglio di quanto pubblicato negli anni scorsi da IL, la rivista mensile del Sole 24 Ore. Se fosse estate sarebbe un perfetto libro da spiaggia, per lunghezza, varietà e vivacità dei contenuti: ma funziona anche per i ritmi di lettura frenetici di chi viaggia per le feste e rimbalza da un autobus a un treno a un aereo. Dentro c’è anche il mio articolo su quella volta che sono andato a lavorare da McDonald’s.

7. Lego – Millennium Falcon
Questo è decisamente l’anno in cui regalare un Lego di Star Wars: quello del Millennium Falcon, se volete fare le cose in grande, oppure un Tie Fighter. Se invece volete essere un po’ meno mainstream, potete puntare su un bluray di Mad Max – o su questa gran felpa, per il vostro amico che vi ha rotto l’anima con Mad Max.

8. Un tritacarne
Per il vostro amico o parente appassionato di hamburger che vuole passare al livello successivo.

9. I due dischi di Rodriguez, Cold Fact e Coming From Reality
Innanzitutto sono due gran dischi. Ma soprattutto hanno una storia pazzesca, come sa chi ha visto il documentario Searching For Sugar Man. Gli altri la possono leggere qui: è un’imbattibile conversazione post-scartamento del regalo.

10. Il drone di BB-8
Sempre in tema Star Wars, quest’anno gira così. È un droide BB-8 che si muove guidato dall’app e fa un sacco di altre cose.

11. Presidential Campaign Posters: From the Library of Congress
È un altro coffee-table-book che si fa sfogliare con gusto, soprattutto se pensate di regalarlo a un appassionato di politica americana (da questa parte ne bazzica più di qualcuno, no?). Lo ha pubblicato la Library of Congress degli Stati Uniti e raccoglie 100 storici manifesti della politica americana. Ci sono accanto informazioni e storie. Il libro si presta anche a un altro uso possibile, perché tutti i manifesti si possono staccare e incorniciare.

12. RAVPower
La batteria portatile definitiva.

13. Il ritratto di Cosmo Kramer
Alla seconda citazione dei coffee-table-book, agli spettatori di Seinfeld saranno fischiate le orecchie. Se siete tra questi, o se ne conoscete qualcuno, il ritratto di Kramer vi conquisterà. Non che ci sia nulla di sbagliato se non avete capito nulla di quanto avete appena letto: passate oltre.

14. Apple TV
Niente di particolarmente nuovo o innovativo, ma ho deciso di includerla per il semplice fatto che io l’ho comprata da qualche mese e da allora non c’è aggeggio tecnologico che abbia usato con più piacere. Innanzitutto è ottima se siete abbonati a Netflix, oltre che per riprodurre le vostre cose; ma la funzione AirPlay – e soprattutto la sua immediata semplicità d’uso – vi permette di trasformare la tv in un secondo monitor del computer, senza passare per cavi e adattatori, e quindi per esempio godervi come si deve sul divano l’evento sportivo che state guardando in streaming.

Altre idee?
Uno switch HDMI, per chi ha troppe cose da attaccare alla tv. Un’amaca. Questi boxer. La raccoltona di Calvin & Hobbes, che hanno appena compiuto trent’anni. La lampada LivingColors di Philips. Questo gran libro sul tennis, per giocatori dilettanti come me. Il cofanetto di The West Wing. Un libro fotografico di Helmut Newton. Oppure ci sono i consigli dell’anno scorso, magari qualcosa torna buono.