The day

Oggi è il giorno del voto finale sulla riforma sanitaria. La camera dei deputati nella sessione odierna voterà tre volte: un primo voto sarà sull’ordine dei lavori, il secondo voto su un pacchetto di modifiche ulteriormente migliorative della già buona proposta passata al senato lo scorso 24 dicembre, il terzo voto sulla stessa proposta di cui sopra, che a quel punto diverrebbe ufficialmente legge e sarebbe portata sul tavolo del presidente Obama per la sua storica firma. Servono almeno 216 voti favorevoli, i democratici sono cauti ma ottimisti. Il pezzo di apertura del New York Times di oggi ricostruisce quanto successo nei mesi più difficili di questo percorso, dall’elezione di Scott Brown in Massachusetts a questi ultimi giorni. Il Washington Post invece ricorda brevemente cosa cambierà con l’approvazione di questa legge, il più grande passo avanti per il sistema sanitario statunitense dalla creazione di Medicare e Medicaid (e ci sono anche varie altre cose minori ma significative, come il divieto alle compagnie assicurative di negare l’acquisto di una polizza alle persone già malate).

The compromise package would spend $940 billion to extend coverage to 32 million Americans over the next decade, leaving only about 5 percent of non-elderly citizens without coverage, according to projections by the nonpartisan Congressional Budget Office. Millions of people would be added to the rolls of Medicaid, the government health program for the poor, while millions more who lack access to affordable coverage through the workplace would receive federal tax credits to buy insurance. For the first time, every American would be required to obtain coverage or face a penalty of at least $695 a year. Employers, too, would have a new responsibility: to offer coverage or face penalties of $2,000 per worker. By cutting more than $500 billion from Medicare over the next decade and raising taxes on the well-insured and high-earners, the package would trim deficits by $138 billion over the next decade and by around $1.2 trillion in the decade thereafter, the CBO said.

La camera si riunisce alle 13 (le 18 ora italiana), il voto finale dovrebbe arrivare quando qui sarà notte. Fino a quel momento qui sul blog aggiornamenti in tempo reale sulla conta dei voti, le procedure e tutto quanto. Quello che segue è l’ultimo discorso pubblico di Obama sulla riforma, l’altroieri in Virginia.