Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Frase del giorno

L’ultima versione di Rutelli? Ce l’ha presente il moscone verde, quello grosso che si vede in campagna, che ronza vicino agli animali? Questo moscone, verdastro, di solito si infila sulla coda del mulo. Quello cammina e il moscone non fa nessuna fatica poi all’ultimo momento, quando il mulo sta per arrivare, quello zompa e così il moscone arriva sempre prima.
Antonio Di Pietro

15 commenti

  1. francescocosta:

    (dalle agenzie, lo ha detto a un programma televisivo poco fa)

  2. Giovanni Fontana:

    Le frasi di Di Pietro, lette anziché pronunciate, perdono tantissimo del gusto.

  3. Antonio:

    Qual finezza, qual capacitá di linguaggio. Tonino il Berluscone non si smentisce mai.

  4. francescocosta:

  5. piergiorgio:

    hahahaha fantastico, il moscone di campagna e il mulo… sembra proprio la sua parodia..

  6. Carlo:

    Intanto nell’ultimo anno e mezzo è stato l’unico che ha fatto opposizione, nel frattempo i civilissimi, coltissimi, istituzionalissimi dirigenti del più grande partito progressista dello spazio intergalattico si spendevano molto per…. beh il jazz

  7. francescocosta:

    Opposizione è quella cosa per cui prendi quelli che hanno votato Berlusconi e li convinci a votare te. Di Pietro si è dedicato a tutta un’altra faccenda.

  8. drudo:

    Io avrei detto avete presente il moscone verde?quello che si posa in campagna sulla m….a? ecco berlusconi è quella m…..a.

  9. Manuele:

    Francesco, sembri un berluscones. Guarda che il principio secondo cui se dici una puttanata questa diventa verità in funzione del numero di volte che la ripeti, è falso.

    ADP ha preso un bel po’ di voti di liberali “veri” che vivono B. col mal di pancia. E un bel po’ di voti da astensioni sicure. Come la mia, che ho cominciato a non andare a votare dopo l’ignobile trattamento da voialtri riservato a Nanni Moretti e ai suoi girotondi. Quando avete sfanculato Nanni Moretti per me siete morti politicamente.

  10. f.b.:

    @manuele

    di pietro può aver preso il voto di alcuni che, come te, si sarebbero altrimenti astenuti pur di non votare berlusconi. ma non ha preso e non prenderà mai i voti di chi ha votato berlusconi nel 2006 o nel 2008. tutto quel che ha preso da aprile 2008 ad oggi lo ha preso al pd. scelta legittima da parte sua, ma inutile ai fini della sconfitta di berlusconi. è una partita di giro: voti che vanno dal pd all’idv o dall’idv al pd o dal pd a rutelli o da rutelli al pd… sempre quelli sono!

    la realtà è che di pietro ha bisogno di berlusconi per poter essere politicamente rilevante, come berlusconi ha bisogno di uno come di pietro per poter continuare il giochino del vittimismo continuo.

  11. Sicrazy:

    Un liberale vero non voterebbe Di Pietro neanche se minacciato di morte. Questo tizio sa comandare solo con le manette in una mano e l’olio di ricino nell’altra. Imita Mussolini persino nelle pose.
    Se non ci fosse Berlusconi sarebbe a capo di un movimento di destra ma dato che quella parte è occupata si è scavato un angolino dalla parte opposta.
    C’è da sottolineare comunque che un liberale vero fa molto ma molta fatica a trovare qualcosa da votare in Italia.

  12. Carlo:

    Il punto non è a chi Di pietro abbia preso voti, se sia liberale o meno etc.
    Il punto è che negli ultimi due anni il PD è stato in coma profondo, un vegetale, morto, zero.
    Votare PD era come votare scheda bianca o come non votare affatto, ora vedremo con Bersani.
    Ma per gli ultimi due anni l’Idv è stato l’unica scelta possibile, almeno era vivo.

  13. Manuele:

    Andate a vedere l’attività all’europarlamento di IDV nell’ALDE, capeggiata da Niccolò Rinaldi e ditemi voi chi voterebbe in Italia un liberale vero. Sicrazy, nemmeno sai di cosa stai parlando, suvvia.

    Il giochino del vittimismo continuo Berlusconi non lo fa su Di Pietro, se ci fate caso lo fa su Repubblica e “i giornali di sinistra”. E se comunque trovare qualcuno contro il quale fare il giochino del vittimismo è facile, l’ha fatto pure con Casini. Via, non prendetevi per il naso da soli.

    Di Pietro sta costruendo, con un sacco di problemi di percorso inevitabili, un partito vero di persone perbene. Si può dire la stessa cosa del PD?

    A me quello che mi fa incazzare sono le truppe cammellate alla Costa che, facendo due conti, sprecano molta, ma molta più energia ad attaccare Di Pietro e affini che Berlusconi e affini. E poi uno dice perché il PD è morto.

  14. f.b.:

    @manuele

    a mio avviso un partito vero è quello dove il segretario viene eletto, non dove è nominato in base a un articolo dello statuto da lui stesso redatto.

    quanto al giochino del vittimismo, non so in quale paese e in quale pianeta tu vivi. qua in italia, un giorno sì e l’altro pure registriamo dichiarazioni dei vari bonaiuti, gasparri, quagliariello e compagnia cantante sul pd che segue di pietro. secondo te perché lo dicono?

  15. Carlo:

    Ma santo IDDIO ! Ma non vi viene il dubbio che magari allora il problema è il PD ? Ma vi rendete conto che vi stiamo dicendo: il PD non fa un cazzo, è in coma, l’Idv almeno si agita grida starnazza e la vostra risposta è : “si ma cosi mette ancora più in difficoltà il Pd.” Ma non sarà magari il caso che o il Pd si sveglia dal suo stato catatonico oppure è meglio se si sciogle e lascia spazio non so a Montezemolo ?
    Ma bisogna essere usciti dalle Frattocchie per fare un ragionamento tipo quelli di Francesco Costa