Questo sito contribuisce alla audience di IlPost

Tono minore

Qui all’hotel Marriott, uno albergone sperduto albergone lontano da tutto, l’atmosfera è piuttosto mogia e in qualche modo decadente. Molti se la prendono col fatto che questo congresso non decide nulla, ma in realtà non decidevano nulla nemmeno i congressi dei Ds, a cui si arrivava già con le percentuali in tasca. Probabilmente c’entra la formula, che elimina le possibilità di qualsiasi imprevisto. Grandi applausi per Napolitano, ma la vera star è Rosy Bindi, alla quale va un’incredibile ovazione (per il merito di essersi fatta insultare dal premier, probabilmente: vedi alla voce stampelle). Ora Finocchiaro ha letto i messaggi di saluto di Prodi e Veltroni, accolti da applausi un po’ timidini: poi parla Bersani. Quaranta minuti a testa, la vera partita è per chi parla prima dei tg.